Treccia di pane con pomodori pachino e erbe

Pasqua è passata, le feste mi mettono sempre un minimo di malinconia e tutte le volte non vedo l'ora che finiscano. L'unica cosa che mi mette allegria è mangiare e passeggiare in mezzo alla natura. Il succo della mia Pasqua è stato questo, con il mio amore e il nostro super gatto ribelle e poi tanto mare e passeggiate nei boschi.
 
Vi avevo detto che mi sarei dedicata ai lievitati per migliorare e così ho fatto, ho pensato di preparare un pane diverso dal solito, semplicissimo e ad effetto per i commensali.

Per un buon pane bisogna utilizzare buona farina, quelle meno raffinate se possibili, come la farina 1 o 2, però se le usate hanno bisogno di molte più ore di lievitazione. Per questa ricetta ho utilizzato la farina 1 del Molino Spadoni e il risultato è stato più che soddisfacente, non vedo l'ora di prepararlo nuovamente. 

400 g di farina di tipo 1
10 g di lievito di birra
50 ml di latte tiepido
1 uovo
50 ml di acqua frizzante
30 ml di olio evo
sale
pomodori pachino
erbe aromatiche (basilico, origano, alloro, menta)

Iniziate sciogliendo il lievito nel latte tiepido e aggiungete un cucchiaino di zucchero e lasciate fermentare 5 minuti.
Versate nella farina mescolando con la mano e aggiungete l'acqua, il sale, l'olio e l'uovo leggermente sbattuto. Impastate finché diventa liscio ed elastico. Coprite e lasciate lievitare 4 ore, meglio se dentro il forno con la luce accesa. 
A fine lievitazione, dividete l'impasto in 3 e formate dei filoncini, fate una treccia e sistemate nella teglia . Appoggiate i pomodori pachino e cospargete di erbe. Fate lievitare per altre 2 ore coperto da un panno. Infine mettete in forno già caldo a 180° per 40-45 minuti.
Il pane è pronto quando bussando nel fondo sentite suono di vuoto.    





Commenti

Post più popolari